Tempo biologico e tempo digitale

“Tempo biologico e tempo digitale”
Roccioletti 2017
In collaborazione con: Rossella Ferrero
Voce recitante del testo introduttivo: SarahSilke Tasca
da “Quello che succede e quello che non succede” di J. Marìas

Annunci

Incontri digitali.

La performance prevede la pubblicazione su un sito per incontri di un falso annuncio, che reclamizza robot dalle fattezze femminili, dotate di intelligenza artificiale.

Nonostante la policy del sito vieti annunci contenenti riferimenti a prestazioni sessuali a pagamento e la pubblicazione di immagini a carattere pornografico contenenti organi genitali in vista, è di fatto usato dalle escort per contattare i clienti.

La performance pone l’attenzione sulle questioni del corpo come oggetto e come merce, del corpo post-organico e del mondo digitale che spesso sfugge alle norme legislative del paese da cui si connettono gli utenti.

a

b

c

05

Pay-per-view Art

Il Pay-per-view non è nato, come molti credono, negli USA alla fine degli anni settanta, quando la squadra di basket dei Portland Trail Blazers adottò questa formula dopo aver vinto il campionato, bensì almeno una ventina di anni prima, a Roma, e nello specifico nella chiesa di San Luigi dei Francesi. Qui infatti sono custodite tre opere di Caravaggio dedicate a San Matteo: i dipinti però non sono illuminati. Per poterli osservare occorre far cadere una monetina nella cassetta delle offerte, e i faretti puntati sui quadri si accendono. Questo sistema venne poi replicato in altre chiese, anche all’estero, in particolare nel sud della Francia. Conviene essere in tanti a visitare il luogo sacro: se si è da soli, una monetina per cinque minuti di luce; se si è in comitiva, si approfitta anche dei faretti pagati dagli altri. Sto pensando ad una conclusione per queste quindici righe, ma altro non mi viene se non: per leggere il finale di questo articolo, fate un bonifico sul conto numero…